IL SUCCESSO È IL FINE O IL MEZZO?
20 Aprile 2017
Massimo Paci
 
-Non smettere mai di essere il meglio che puoi-
 
Molti di noi pensano che il successo si basi sui risultati che riusciamo ad ottenere e molto spesso giudichiamo noi stessi e gli altri in base alle vittorie o alle sconfitte che arrivano alla fine di una prestazione. Non sono molto d'accordo su questo. Se dovessi giudicare la mia carriera in base ai risultati ottenuti, non credo di essere stato un calciatore vincente. Non ho mai vinto coppe o medaglie, eppure sento di essere stato un atleta di successo. Si, perché non ho mai smesso di essere il meglio che potevo e questo per me si chiama successo. Ho sempre fatto del mio meglio, in ogni momento della mia carriera, ho sempre lottato al massimo delle mie capacità. Ho imparato a lavorare su quello di cui avevo il controllo. Ogni persona è diversa dall’altra, per intelligenza, caratteristiche fisiche e talento, pensare che tutti debbano arrivare allo stesso risultato non è molto logico e a volte può creare una distorsione della realtà. Dovremmo fare sempre e solo i conti solo con noi stessi. Ogni allenamento è un'opportunità per dare tutto, per cercare di essere il meglio che possiamo, per non mollare nei momenti difficili, per continuare quando gli altri si fermano. Il raggiungimento del pieno potenziale, passa attraverso l’impegno. Il tenere duro vince sempre. Vittoria e successo sono due aspetti differenti della vita. A volte si può perdere anche quando abbiamo battuto qualcuno e si può vincere anche quando siamo stati battuti. Nello sport come nella vita, ci misuriamo ogni giorno contro sfide e difficoltà, la vittoria a volte non arriva, ma il successo personale è nelle nostre mani, “cosa si può chiedere di più ad un uomo che dare tutto ciò che può”.